Carrello

Non hai articoli nel carrello.

Freeshop.it Blog

Notizie, guide e approfondimenti su Elettrodomestici e Hi-Tech

  • Samsung Galaxy S10 vs S10+ vs S10e. Quale scegliere?

    Galaxy S10

    Samsung ha recentemente annunciato la sua nuova linea 2019 Samsung Galaxy S10. Al contrario delle precedenti generazioni S8 ed S9 con le quali vennero annunciate due versioni (una versione normale ed una Plus con dimensioni del display maggiori e doppia fotocamera di S9) quest'anno Samsung ha annunciato 3 modelli nei principali mercati: S10, S10+ e S10e. Una quarta versione (Samsung Galaxy S10 5G) arriverà più avanti sul mercato in concomitanza del lancio della connettività 5G.
    Questi modelli non si differenziano soltanto per le dimensioni ma anche per caratteristiche hardware e software. Un po' come ha fatto Apple con la generazione 2018 che ha lanciato iPhone XS, XS Max ed iPhone XR.

    Scopriamo quali sono le differenze principali tra i tre modelli:

     

    Design
    • S10e: 142.2 x 69.9 x 7.9mm - 150gr
    • S10: 149.9 x 70.4 x 7.8mm - 157gr
    • S10+: 157.6 x 74.1 x 7.8mm - 175gr

     

    Tutti e tre le versioni sono costruite con materiali di qualità, un pannello posteriore in vetro ed un frame laterale in metallo. Ogni versione ha dimensioni differenti dovute al display di diverso polliciaggio. Per quanto riguarda i colori disponibili abbiamo tre colori standard (Verde, Nero, Bianco) più il colore Giallo per Galaxy S10e. Tutte e tre le versioni sono impermeabili con una certificazione IP68 (resistenza all'acqua fino a 1,5 metri di profondità), hanno uno slot Micro SD, un jack audio da 3.5mm (molto raro tra gli smartphone top di gamma 2019 - che sia l'ultima generazione ad averlo?), un pulsante riprogrammabile dedicato all'assistente vocale Bixby ed un ingresso USB-C per la ricarica veloce ed il trasferimento dati.

     

    Display
    • S10e: 5.8 pollici 2K piatto - FullHD 2280x1080px - 435ppi
    • S10: 6.1 pollici 3K curvo - QuadHD 3040x1440px - 551ppi
    • S10+: 6.4 pollici 3K curvo - QuadHD 3040x1440px - 525ppi

     

    Oltre alle dimensioni diverse ed alla risoluzione inferiore per S10e (che rimane comunque ottima a tra i top di gamma con i suoi 435ppi), la caratteristica principale di questa nuova generazione che più salta all'occhio è il design Infinity-O.
    Anziché utilizzare il classico notch (decisamente più ingombrante) portato sul mercato da iPhone X, Samsung ha deciso di optare per una soluzione per molti più elegante con un vero e proprio buco per poter inserire la fotocamera frontale.
    Un altro aspetto fondamentale di questa nuova generazione è la presenza di un sensore biometrico ultrasonico sotto al display per S10 e S10+ (al contrario di S10e che ha un sensore di impronte più tradizionale sul pulsante laterale). Questa soluzione permette l'utilizzo delle classiche pellicole protettive ma non di quelle in vetro temperato, il sensore ultrasonico in questo caso non funzionerà.

     

    Fotocamere
    • S10e: Doppia fotocamera posteriore (normale + grandangolo)
    • S10: Tripla fotocamera posteriore (normale + grandangolo + zoom)
    • S10+: Tripla fotocamera posteriore (normale + grandangolo + zoom) e fotocamera anteriore con sensore di profondità

     

    Galaxy S10e nasce con una doppia fotocamera posteriore, una normale da 12Mp Dual Pixel con apertura variabile f/1.5-f2.4 stabilizzata otticamente ed una grandangolare con messa a fuoco fissa da 16Mp f/2.2.
    Galaxy S10 e S10+ in più hanno una tripla fotocamera posteriore, si aggiunge una terza con zoom ottico 2X stabilizzata otticamente con autofocus ed apertura costante f/2.4.
    Per quanto riguarda la fotocamera frontale tutte e tre le versioni montano un sensore Dual Pixel da 10Mp e apertura f/1.9. Galaxy S10+ oltre al classico sensore presenta un sensore di profondità (pubblicizzato erroneamente da molti come una seconda fotocamera) per selfie con effetto sfocato.

     

    Hardware
    • S10e: Exynos 9820 - 6/8Gb Ram - 3100mAh
    • S10: Exynos 9820 - 8Gb Ram - 3400mAh
    • S10+: Exynos 9820 - 8/12Gb Ram - 4100mAh

     

    Tutte e tre le versioni montano lo stesso (ottimo) processore octa-core 8nm Exynos 9820 (Qualcomm Snapdragon 855 per il mercato USA) che garantisce ottime prestazioni ed un superiore risparmio energetico rispetto alle generazioni precedenti. Le principali differenze riguardano la Ram che va dai sufficienti 6Gb per S10e 128Gb alla mostruosa combinazione 12Gb Ram 1Tb per S10+. Per quanto riguarda la batteria si passa dai 3100mAh di S10e (compensati da un display con risoluzione inferiore quindi meno energivoro) agli ottimi 4100mAh di S10+. Per tutte e tre le versioni arrivare a sera senza ricarica non sarà un problema.
    Un altra caratteristica molto interessante, oltre alla ricarica wireless del telefono stesso, è la possibilità di ricaricare senza fili altri dispositivi compatibili con lo standard Qi utilizzando soltanto il proprio Galaxy S10. Un esempio sono gli auricolari Galaxy Buds (in omaggio con il preordine di S10 e S10+) che possono essere ricaricati semplicemente appoggiandoli sul retro del dispositivo.

     

    Conclusioni: Quale scegliere?
    • Galaxy S10e se si vuole  uno smartphone potente, con un ottimo display e fotocamera principale ad un ottimo prezzo.
    • Galaxy S10 se vuoi il miglior display e fotocamere sul mercato.
    • Galaxy S10+ se vuoi il meglio che il mercato che può offrire in questo momento con un display e batteria di taglia XL.

     

    Scopri le migliori offerte Samsung Galaxy S10 >

     

  • TV Oled Vs TV Qled. Quale scegliere? - Guida all'acquisto

    TV Oled vs. TV Qled

    Una delle scelte più importanti quando si tratta di trovare un nuovo televisore riguarda la tecnologia del pannello. Negli ultimi anni tra i televisori top di gamma delle migliori case produttrici sono emerse principalmente due tecnologie con qualità molto elevata, ovvero i tv OLED e QLED. Scopriamo di cosa si tratta.

    Cosa significa TV OLED? OLED sta per “organic light-emitting diode”. In termini tecnici, i pannelli dei OLED sono costituiti da componenti organici che si illuminano individualmente quando alimentati da elettricità. Un singolo OLED si riferisce al singolo pixel del display. Proprio grazie a questa versatilità, quando un pixel OLED è spento, appare completamente nero, non c’è nessuna fonte di illuminazione alle spalle che lo illumini come per i TV LED. Con l’assenza del pannello di retroilluminazione posteriore i TV OLED possono essere anche più sottili rispetto ai TV QLED, nonostante il fatto che per le ultime generazioni, a livello di design, siano stati fatti dei passi da gigante.

    LG Oled 55C8 LG Oled 55C8

    Il leader sul mercato dei TV Oled è LG, seguito da Sony, Panasonic e Philips che negli ultimi anni per i loro televisori top di gamma hanno adottato questa tecnologia.

    I TV QLED non sono altro che TV LED che basati sulla tecnologia Quantum Dot, ovvero una tipologia di schermo basata su nanocristalli semiconduttori. Questi Quantum Dot lavorano come da “filtro” che produce una luce “più pura” rispetto ai classici TV LED. Come per questi ultimi, anche i QLED necessitano di una fonte di illuminazione esterna per generare l’immagine riprodotta sullo schermo. In questo momento è Samsung il leader sul mercato per i TV QLED. Clicca qui per confrontare i migliori TV Samsung QLED e scoprire i nuovi modelli.

     

    Samsung QLED QE65Q9FN Samsung QLED QE65Q9FN

    Vediamo ora in quali ambiti una tecnologia è superiore rispetto all’altra:

     

    Luminosità

    Per quanto riguarda la massima luminosità qui i pannelli QLED sono in vantaggio. Nonostante i classici TV LED raggiungano già degli ottimi picchi, i QLED con l’aggiunta dei quantum-dot riescono ad essere ancora più luminosi. Per questo motivo i pannelli QLED riescono a produrre uno spettro cromatico superiore, ovvero più livelli di colore senza la classica perdita di saturazione all’aumentare della luminosità. Per queste ragioni i produttori di pannelli QLED dicono di essere superiori per i contenuti in HDR (High Dynamic Range). D’altro canto però, si potrebbe anche dire che i contenuti in HDR sono di ottima qualità anche per i TV OLED grazie al livello di contrasto ottenuto con il nero perfetto.

     

    Livello dei neri

    La possibilità di produrre neri profondi rappresenta uno dei più importanti fattori per arrivare ad ottenere la migliore qualità visiva. Neri più profondi permettono contrasti più elevati e colori più intensi, e di conseguenza immagini più accattivanti e spettacolari. Per quanto riguarda il livello del nero un televisore OLED non ha rivali proprio grazie al rapporto di contrasto infinito.
    Nonostante negli ultimi anni i pannelli QLED abbiano fatto passi da gigante, devono comunque fare affidamento su un panello posteriore retroilluminato. Le tecnologie come il local dimming permettono livelli diversi di illuminazione in base all’area del display, in ogni caso i televisori QLED possono comunque presentare aloni luminosi in certe aree di display che dovrebbero essere nere. Un esempio sono le barre nere sopra e sotto l’inquadratura quando si guarda un film che risulteranno perfettamente nere soltanto con un TV OLED.

     

    Tempi di risposta

    Il tempo di risposta si riferisce al tempo necessario per ciascun diodo per accendersi e spegnersi. Un tempo di risposta più veloce consente di ottenere immagini in movimento più nitide e minori artefatti digitali. I televisori OLED, grazie ai diodi più piccoli che lavorano come singoli pixel sono decisamente superiori rispetto ai QLED. Per questi ultimi i diodi non sono solamente più lenti, ma si trovano dietro il pannello retroilluminato e illuminano una serie di pixel, non uno soltanto.
    Per questi motivi, un pannello OLED è il chiaro vincitore in quest’ambito.

     

    Angolo di visione

    Anche in questo ambito gli OLED sono vincitori. Con un qualsiasi pannello che sia LED o QLED, il migliore angolo di visione è per forza quello centrale. Mano a mano che ci si sposta verso i lati vanno a diminuire leggermente i colori e la luminosità. Nonostante i pannelli QLED rimangano comunque ottimi in questo ambito per il diverso tipo di tecnologia un pannello OLED avrà sempre la meglio.

     

    Durata e affidabilità

    LG afferma che per ridurre del 50% la luminosità di un pannello OLED bisognerebbe tenerlo acceso 5 ore al giorno per 54 anni. I TV OLED sono sul mercato dal 2013 quindi per ora non è possibile avere un riscontro reale nella vita quotidiana, sarà il tempo qui a decretare il vincitore.
    Un aspetto preso in considerazione da molti quando si tratta di decidere in base alla durata di un TV OLED è il cosiddetto effetto “burn in”, ovvero quel fenomeno per il quale se si osserva un’immagine statica a lungo tempo rimarrà impressa “un’ombra” di questa sul pannello. Con l’avanzamento tecnologico questo tipo di problema si ridurrà sempre di più. C’è comunque da dire che non si presenterà mai per un pannello QLED. Per questo motivo, se si vuole acquistare un Televisore che duri tantissimi anni e che non soffra l’età quando si considera la qualità del pannello, la scelta ricade su un TV QLED.

     

    Prezzi

    Se un tempo i pannelli OLED erano costosissimi, con il passare degli anni le due categorie si sono allineate a livello di prezzo. Con una cifra adeguata si può avere nel proprio salotto la migliore tecnologia disponibile sul mercato. Inoltre, su Freeshop.it, puoi sempre trovare le migliori offerte aggiornate sui TV OLED e sui TV QLED. Scopri le nostre promozioni:

    Sony Oled KD65AF9 Sony Oled KD65AF9

    Riepilogando ecco tutte i vantaggi di entrambe le categorie:

    TV OLED
    • Qualità d’immagine
    • Contrasto infinito
    • Livello del nero
    • Tempi di Risposta
    • Angolo Di Visione
    • Prezzi in promozione
    TV QLED
    • Qualità di immagine
    • Luminosità e Colori
    • Contenuti in HDR
    • Durata ed Affidabilità
    • Prezzi in promozione


    >> SCOPRI TUTTE LE OFFERTE TV OLED <<
     
    >> SCOPRI TUTTE LE OFFERTE TV QLED <<

  • Tutto ciò che c’è da sapere sulle asciugartici nel 2019!

    AsciugatriceQuale Asciugabiancheria acquistare ? La guida su come scegliere l'asciugatrice:

    1. Hai poco tempo e spazio a disposizione? Abbiamo la soluzione per rendere più facile la tua vita.
    2. Vuoi indossare capi sempre morbidi, come nuovi? DelicateCare System ti assicura il trattamento più delicato.
    3. Ti preoccupa l’idea di asciugare i tuoi capi in asciugatrice? Esistono programmi su misura per ogni tessuto, anche il più prezioso.
    4. Desideri massima efficacia di lavaggio con minimi consumi? Le nostre asciugatrici sono la soluzione che fa per te.
    5. Vuoi più tempo da dedicare a te? Usa il vapore, per ridurre i tempi di stiratura.

    Continua a leggere

  • Consumi lavatrice: leggere l'etichetta energetica

    Etichetta energetica lavatriciCome calcolare i consumi energetici della lavatrice?

    Per identificare il consumo energetico di una lavatrice è sufficiente leggere il dato riportato sulla Energy label che viene applicata su ogni elettrodomestico. In essa sono Continua a leggere

  • Qual è la distanza ottimale per vedere la mia TV?

    Ti stai chiedendo qual'è distanza corretta per vedere al meglio la qualità della tua TV?
    Cerchiamo di porre un minimo di chiarezza ed aiutarti nella scelta del tuo prossimo  acquisto. Le dimensioni della televisione non devono essere scelte a caso ma calcolate in base alla stanza che ospiterà la Tv che stai per acquistare. Continua a leggere

  1. 1
  2. 2
  3. > prossimo


Free Shop Pesaro S.r.l. - Sede operativa uffici Web: Viale della Repubblica 96, 47923 Rimini (RN) - P.IVA. 02307990412 - R.E.A. Pesaro n° 171378
Le informazioni riportate su Freeshop.it possono essere soggette a modifiche senza preavviso. Tutti i marchi citati sono di proprietà delle rispettive case.

  Caricamento...