Impastatrice planetaria: Guida all'acquisto

Per Chef casalinghi alla ricerca di risultati professionali la migliore cosa da fare è dotare la propria cucina di un impastatrice planetaria.

I Robot da cucina multiuso sminuzzano, impastano, frullano, fanno le spremute, i centrifugati, alcuni perfino cuociono direttamente i cibi. Fanno bene la pasta frolla e anche la pasta fresca. Ma se volete fare impasti per il pane o impasti dolci, non aspettatevi grandi risultati.

Il movimento “planetario” può essere sfruttato sia in impastatrici a uso domestico sia in impastatrici a utilizzo professionale.

Da cosa deriva il termine “Planetaria”? La curiosa denominazione deriva dal particolare movimento del braccio meccanico che compie movimenti simili ad un pianeta in orbita: un movimento di rotazione sul proprio asse e un contemporaneo movimento di rivoluzione fino al centro della vasca; questi moti contemporanei consentono un’azione uniforme su tutto il composto che si trova all'interno della vasca, anche quello più a contatto con le pareti. Si tratta di uno dei primi elettrodomestici ed i marchi storici sono Artisan KitchenAid e Kenwood che li producono con successo sin dagli  anni 50 .

Sono modelli usati spesso da pasticceri, pizzaioli, panificatori, ma anche  da laboratori di tipo industriale e possono arrivare a 60 kg circa di capienza (6 litri sono solitamente sufficienti per l'uso domestico). La loro funzione principale è quella di impastare, miscelare, montare. Il movimento planetario permette una corretta miscelazione dell'impasto.
Impasti più duri o in volume maggiore avranno necessita di "braccia" più forti, quindi motore più potente e meccaniche in metallo duro resistente a più elevate sollecitazioni.

Vengono corredate solitamente da 3 o 4 tipi di "pale" (l'accessorio che va a tuffarsi nella pasta e a lavorarla) adatte ai diversi tipi di impasti: una 'foglia' (la Kenwood gli ha dato appunto la forma di K), un 'gancio' per impasti semi-morbidi e una frusta per montare panna, albumi o pan di spagna. La Kenwood Cooking Chef può anche avere foglie diverse per impasti duri o molli.

Quale scegliere fra mille modelli  Kitchenaid, Kenwood, Bosch, Girmi, Melchioni o Moulinex ?

Prima di arrivare ad una scelta bisogna essere consapevoli di cosa si vuole ottenere perché il mondo delle impastatrici planetarie è piuttosto vasto con funzioni pensate ad ogni tipo di impasto, possiamo trovare da modelli economici, che fanno largo uso di plastica, ai più solidi e luccicanti completamente in metallo.

Gli ingombri non sono trascurabili e per questo in cucina c'è posto per uno solo di questi macchinari, rendendolo anch'esso parte dell’arredamento. Kitchen Aid come abbiamo già avuto modo di mostrare ci propone una vasta gamma di colori e stile tondo un po’ retrò che trasmettono armonia e solidità in cucina.

"Affidabilità" è la prima parola che viene in mente  valutando  i prodotti Kitchen Aid Artisan: l'intero corpo e meccaniche in solido metallo, l'elettronica digitale è stata volutamente evitata a favore di comandi manuali per accensione e velocità, questo ne fa un apparecchio che non teme residui e sporcizia, adatto anche all'uso professionale.

Dal canto suo Kenwood produce planetarie di eccellente fattura da molti anni, propone prodotti egualmente solidi ed evoluti da numerosi funzioni, come per esempio programmi preimpostati per la preparazione di impasti lievitati, con una lavorazione lenta ma energica.

Sia Kitchen Aid che Kenwood dispongono di una vasta serie di accessori in dotazione, il loro utilizzo è legato alla tipologia di impasto che andremo a preparare; nel caso di un impasto lievitante (per esempio quello per pane, pizze o focacce) si utilizzeranno i ganci; per la preparazione di panna, pastelle o uova si utilizzeranno le fruste, mentre per la miscelazione di farciture si useranno le spatole.

Facendo un confronto nell'utilizzo di una impastatrice Kitchen Aid ed una Kenwood Cooking Chef possiamo notare come entrambe facciano un ottimo lavoro, sono in grado di lavorare grandi impasti in modo simile. Il Kenwood dalla sua ha il gancio per impastare più grosso che lavora meglio l’impasto e una regolazione della velocità più accurata, guadagnando forse qualche punto sulla rivale grazie anche al motore più potente. Il KitchenAid invece ha un sistema meccanico interno che gli permette di usare meno energia ed un motore con meno Watts ma raggiungere una potenza meccanica simile a quella del Kenwood grazie ad una speciale frizione presente in ogni modello.

In conclusione un' impastatrice planetaria di alto livello come Kenwood e KitchenAid essere un ottimo investimento: aggiungere un tocco di originalità e stile in cucina, agevola i lavori più faticosi e sono ricche di ricambi e accessori che si trovano sul mercato ancora per anni ed anni essendo macchine fatte per durare.

Potrete mettervi alla prova con ricette particolari e sempre più raffinate o semplicemente per passare piacevoli momenti in famiglia seguendo le tantissime video-ricette disponibili in rete, e poi non dimentichiamo la parte più golosa: BON APPETIT!

Un pensiero su “Impastatrice planetaria: Guida all'acquisto”

  • Ho una kenwood Kmm 040 da parecchi anni(l'ho comprata in Germania quando ancora questo modello non si vendeva in Italia),ho fatto panettoni, pandoro e colombe, pane e biscotti, ma per me ha un difetto: quando l'impasto è più aqbbondante, sui 3 chili, l'apparecchio si muove molto e il motore scalda.
    Ho visto che la Kitchenaid ha vari modelli con la ciotola da 6,9l, e il motore più potente, inoltre pesa di più, quindi presumo si muova meno.
    Ho visto che la professional e la 5KSM7580x sono praticamente uguali( la professional ha qualche accorgimento in più per poter essere usata in laboratori pubblici), solo che non ho ancora trovato nessuno che l'abbia usata personalmente e mi abbia detto qualcosa sul suo uso.
    Devo dire inoltre, che la maggior parte dei blog che ho letto, tranne il tuo che mi sembra più obiettivo, inneggiano alla kenwood, sembra quasi che siano degli sponsor di questa marca, senza quasi trovarne difetti.
    Io non sarò un'esperta, ho lavorato bene con la kenwood, ma i difetti li ho trovati.
    Sono molto indecisa perché vorrei comprare la Kitchenaid 5KSM7580x ma non vorrei buttare i soldi, visto che non costa poco; penso anche,però, che se molti cuochi famosi e non la usano, non deve essere proprio un disastro!
    Grazie per la tua pazienza e, se puoi, dammi un tuo parere. Ciao Adriana

    Replica

Lascia un Commento

Per inviare un commento occorre aver effettuato il login.


Free Shop Pesaro S.r.l. - Sede operativa uffici Web: Viale della Repubblica 96, 47923 Rimini (RN) - P.IVA. 02307990412 - R.E.A. Pesaro n° 171378
Le informazioni riportate su Freeshop.it possono essere soggette a modifiche senza preavviso. Tutti i marchi citati sono di proprietà delle rispettive case.


Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Offerta di credito finalizzato valida dal 01/01/2019 al 31/12/2019 come da esempio rappresentativo: Prezzo del bene €999,90 TAN fisso 9,45%, TAEG 13,64%, in 48 rate da €25,10 oltre le seguenti spese, già incluse nel calcolo del TAEG: spese incasso e gestione rata €1,50 per ogni mensilità, imposta di bollo/sostitutiva addebitata sulla prima rata €2,50, spese comunicazione periodica (almeno una all’anno) €1,03. Importo totale del credito: €999,90. Importo totale dovuto dal Consumatore: €1.283,42. Informazioni (IEBCC/SECCI) nel percorso online. Salvo approvazione di Findomestic Banca S.p.A. per cui Free Shop Pesaro S.r.l. opera quale intermediario del credito non in esclusiva.

  Caricamento...